Chiesa San Biagio e Nicola - Monteroduni

Monteroduni
Linea
MONTERODUNI TRA ANTICHITÀ SAPORI E CULTURA
Monteroduni
Vai ai contenuti
Chiesa di S. Biagio e Nicola

Non possediamo notizie molto antiche di questa chiesa, per cui l'origine della sua fondazione è sconosciuta. Possiamo genericamente supporre che sia una delle chiese per cui l'Arciprete di Monteroduni pagava le tasse alla Santissima Sede sotto gli Angioini. La chiesa fu restaurata tre volte:nel 1805 a causa di un terremoto,nel 1930 l'anno in cui la cupola fu colpita da un fulmine e nel 1943 quando venne distrutta da un attacco tedesco durante la guerra. Il visitatore, scendendo per i vicoli del paese, si trova improvvisamente dinanzi la facciata in pietra a vista che accoglie il bel portale con frontone spezzato di stile settecentesco. Affiancata da un alto campanile in pietra su tre ordini, la chiesa mostra sul retro una porta absidale ottagonale esterna che contiene la cupola tonda. Di origine quattrocentesca, la chiesa conserva il colonnato ad archi che sorregge il coro, un altare ligneo originale e gli altari laterali in pietra con marmi policromi a intarsi. Sul retro dell'edificio si apre il minuscolo largo Affacciatoio, grazioso belvedere sulla piana sottostante.
© 2010 - 2021  Monteroduni tra Antichità Sapori e Cultura
Attività e dintorni
Artisti
Poesie e Tradizioni di un Paese

MONTERODUNI

Torna ai contenuti